MVNERA GLADIATORIA

scuola gladiatori


All'interno della scuola, gli allievi avranno la possibilità di cimentarsi attraverso sette livelli di apprendimento. Il primo è quello di RUDIS (inesperto), di cui l'allievo farà parte fino al saggio di ammissione al ludus (scuola), attraverso il sacramentum gladiatorum, rito con cui un gladiatore entrava a far parte della familia gladiatoria. Seguono:

  • Hircum: l’allievo verrà dotato di una spada di legno e verrà introdotto alle nozioni base del combattimento gladiatorio;
  • Ursus: In questa fase, l’allievo verrà introdotto all’uso del gladio e dello scudo;
  • Leo: sotto l’egida della forza del leone si andranno a formare una serie di gladiatori come il Murmillo ed il Secutor, dotati di armamenti considerevoli, grandi scudi ed elmi che comportano una limitata visibilità, aumentando la difficoltà durante lo scontro;


  • Tigris: con l'agilità della tigre, i gladiatori impareranno a combattere muniti di due gladi: la figura principale per questo livello è il  Dimachaerus, noto proprio per la sua velocità nell' utilizzo delle spade.
  • Aquilala rapidità  dell' aquila caratterizza questo livello, del quale fanno parte: il Provocator, gladiatore le cui tecniche di combattimento ricordano il pugilato, (velocità e scaltrezza sono determinanti per colpire e schivare) e il Thraex. Quest'ultimo prende il proprio nome dalla Tracia (regione storica alle foci del Danubio, patria dell’audace Spartacus), il quale indossa un elmo sormontato da un grifone ed è caratterizzato dall’uso della sica (la cui etimologia dà origine al termine ‘sicario’), spada con l’estremità ricurva che permetteva, nel contatto corpo a corpo, di colpire l' avversario alla schiena anche standogli di fronte.
  • Lupus: il Retiarius identifica appieno questo livello poiché, come il lupo, è dotato di scaltrezza e pazienza, soprattutto nel braccare le proprio prede ed attaccarle. Egli, primo in ordine di importanza e difficoltà, combatte con poche protezioni sotto l’egida del dio Nettuno; utilizza un tridente ed una rete da  pescatore, oltre ad un pugnale detto pugio. Sue punte di diamante sono la sincronizzazione e l’agilità nell'uso delle armi, sia in attacco che in difesa.
  • Con il  grado di Artifex (specialista, esperto) si giungerà al livello più alto, potendo effettuare una serie di combattimenti liberi a punti, sotto lo sguardo vigile di arbitro, il quale valuterà la correttezza e la validità  dei colpi assestati. 

 

Gli scontri avvengono in totale sicurezza per gli associati.